Logo

Via dell'Albarotto, 23 - 24069 Trescore Balneario (BG)
E-mail: segreteria@islotto.it - bgis01400v@istruzione.it - PEC: bgis01400v@pec.istruzione.it
Telefono: 035.944.782 - 035.944.680 Fax: 035.944.220

Gli studenti del Lotto hanno avuto l’opportunità, quest’anno, di svolgere l’alternanza scuola-lavoro anche all’estero. Alcuni di loro si sono recati a Nottingham a fine gennaio, altri all’inizio di aprile.

Ecco alcune testimonianze:

L’esperienza di alternanza di scuola lavoro mi ha permesso di lavorare in un altro Stato, in una lingua diversa dalla mia e soprattutto mi ha fatto conoscere nuove persone facendomi crescere e facendomi diventare piú responsabile.

Quindi partite perché esperienze come queste vi cambiano davvero psicologicamente e mentalmente, vi aiutano a crescere, ad aprire la mente ( ai nostri tempi cosa non da poco) e a diventare più responsabili.

So che a volte la paura dei cambiamenti, di essere soli lontano da casa può bloccarvi o spaventarvi ma lasciatevi guidare dal vostro istinto e dalla vostra voglia di conoscere, esplorare e andare a contatto con una nuova cultura. Sono esperienze uniche e meritano di essere vissute.

Lasciatevi andare e diventerate quasi delle persone nuove.

Stella Moretti, classe 4T


Quest’anno ho svolto l’alternanza all’ estero, per essere precisi in Inghilterra a Nottingham. Ho trascorso in quella città una settima durante la quale il mio punto di riferimento fu una piccola casetta a Moor Bridge, dove abitavo con la mia Host-Family. Già dal primo giorno la famiglia che mi ospitò si è dimostrata disponibile, aperta e premurosa. Di domenica mi hanno portato al cinema, abbiamo mangiato fuori e mi hanno mostrato i mezzi di trasporto che avrei dovuto prendere per arrivare al negozio dove avrei poi lavorato. Quest’ultimo è un charity shop,  con solo due impiegati e una decina di volontari, che si trovava a Sherwood, un’altra piccola località di Nottingham. Arrivata il primo giorno ho incontrato il mio tutor Patrick, una persona molto disponibile e solare, il quale durante il corso della settimana mi ha mostrato i vari compiti che dovevo svolgere.
Ho trascorso la maggior parte del tempo alla cassa, inizialmente insieme ad un’altra persona, poi da sola; questo mi ha permesso di interagire con molte persone e quindi di migliorare la padronanza della lingua inglese, attraverso un utilizzo costante.
La settimana trascorse molto velocemente, arrivò il momento di tornare, la famiglia mi accompagnò al punto d’incontro, dal quale partimmo tutti insieme per l’aeroporto.
Quest’esperienza in Inghilterra mi è servita per sbloccare la mia esposizione orale in inglese, ora molto più comprensibile e fluida.
Antonia Timis, classe 4Q

Quest’anno ho avuto l’opportunità di svolgere l’alternanza scuola lavoro all’estero e se dovessi descriverla in una sola parola direi che è stata FANTASTICA. Ciò non vuol dire che sia stata perfetta, ma fantastica è la parola giusta perché ogni cosa successa mi ha fatto sentire bene.
Per me è stata la prima vera e autentica esperienza fuori dall’italia, lontano da casa. Ho subito sentito il peso delle responsabilità e sin dal principio sapevo che avrei dovuto “mettere la testa” in ogni cosa che facevo.
Credo che Notthingam sia una bellissima città che offre molto a studenti come me e i miei compagni, per chi è in cerca di qualcosa di nuovo e per chi vuole cambiare in un certo qual modo la sua vita.
Sicuramente l’entusiasmo ha fatto la sua parte e anche il fatto di essere “sola” ha reso tutto unico.
Nel negozio in cui ho lavorato mi sono trovata molto bene; la mia tutor è stata molto gentile sin dal principio e quando ne ho avuto bisogno mi ha offerto il suo aiuto.
Spero di poter rivivere un’esperienza come questa in futuro e poter assaporare di nuovo le emozioni che ho provato.

Giulia Camotti, classe 4S

Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.~Costituzione della Repubblica Italiana, art. 4 - comma 2